Parlare di Viscolube significa ripercorrere una storia che dura da oltre cinquant’anni e che ha visto un’azienda crescere, evolvere e diventare un’importante Gruppo a livello europeo.
Fondata a Pieve Fissiraga nel 1963, Viscolube è cresciuta di pari passo all’aumentare della domanda di basi lubrificanti rigenerate.
Dinamismo, tenacia, innovazione continua pongono le basi per la crescita dell’attività.
L’istituzione nel 1983 del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati (COOU), costituisce una tappa fondamentale per il settore della raccolta e rigenerazione che accompagnerà le imprese del settore stimolando e guidando la ricerca continua del miglioramento della qualità e delle performance ambientali, integrando i diversi soggetti in una filiera industriale.
Nel 2001 ha acquisito da ENI l’impianto di rigenerazione di Ceccano e, mediante una gestione efficiente accompagnata da importanti investimenti, ha accresciuto la capacità produttiva dei propri stabilimenti, fino a divenire la principale azienda di rigenerazione di oli usati in Italia.
Nel 2013 Viscolube avvia una diversificazione delle proprie attività nel settore della raccolta e gestione di rifiuti speciali (pericolosi e non) con la creazione della divisione Viscoambiente che inizia ad acquisire ed integrare diverse realtà operative sul territorio italiano.
Nel periodo 2013 – 2015 vengono realizzati alcuni nuovi investimenti strategici tra due impianti di cogenerazione (uno per ogni raffineria) per soddisfare il fabbisogno energetico, una nuova colonna di distillazione ed una serie di innovazioni di processo.
Il risultato di questo cammino, è un gruppo che ha aumentato la propria capacità produttiva negli ultimi 4 anni del 40% e che oggi fornisce servizi di raccolta e gestione di rifiuti speciali a oltre 10000 clienti.